Ospedali e pubblica amministrazione: possibile ondata di attacchi mail

03 novembre 2020

FBI e Cybersecurity & Infrastructure Security Agency sostengono di avere informazioni credibili circa un’imminente ondata di attacchi informatici che sta per colpire principalmente gli ospedali e le organizzazioni sanitarie.

Uno dei canali di diffusione di questo specifico malware è la mail. Il malware mira a criptare e impedire l'accesso ai file sulla rete bloccando di fatto applicazioni e attività.

Si raccomanda dunque la massima attenzione nell'individuare le mail che non sono coerenti per contenuti e forma alla propria attività lavorativa. Ad esempio:

  • mail provenienti dall'INPS
  • mail di fantomatici "amministratori di sistema" con riferimento al cambio del sistema di posta elettronica
  • mail provenienti da presunti esperti, medici, organizzazione mondiale della sanità
  • mail a tema emergenza sanitaria e covid (da verificare attentamente il mittente)
  • mail che promettono vincite
  • mail con allegate fatture
  • mail dai social relativamente a messaggi di amicizie o nuovi contatti
  • mail di ricatto
  • mail il cui argomento non ci compete o da mittenti sconosciuti
  • mail in lingua straniera (da valutare attentamente)

In tutti questi, così come quando si hanno dei dubbi sull'autenticità del messaggio, le mail vanno cancellate e gli eventuali allegati non devono essere aperti per nessun motivo. 

Torna all'inizio