Videoconferenze e streaming

Gli strumenti per favorire incontri e riunioni a distanza

Anche le riunioni a distanza e le videoconferenze hanno subito in questi mesi un crescente utilizzo, favorito anche dalle disposizione che consentono le adunanze telematiche dei consigli degli enti pubblici.

Incontri online degli enti pubblici

Presso la sede centrale della Provincia autonoma di Trento, in piazza Dante a Trento, abbiamo attrezzato un'ulteriore sala dedicata alle videoconferenze per consentire le riunioni telematiche della Giunta Provinciale.

Inoltre, è iniziata una sperimentazione per supportare le riunioni del Consiglio Provinciale e di alcuni Consigli Comunali.

Dal 6 marzo al 2 aprile sono state registrate sulla piattaforma 296 videoconferenze, per un totale di 4.095 minuti.

Dirette streaming

Le dirette streaming sono state promosse dalla Protezione Civile per diffondere video-messaggi informativi alle centrali di emergenza sparse sul territorio e organizzate per rendere pubblici i consigli comunali che si sono tenuti in modalità telematica.

380 utenti per la durata di 4 ore e mezza

Videoconferenze e incontri di lavoro telematici

Dal 9 marzo al 3 giugno sono state ospitate sulla piattaforma centralizzata 925 videoconferenze, per un totale di 267 ore (videoconferenze tra utenti non appartenenti alla stessa organizzazione).

Altre 422 videoconferenze sono state realizzate utilizzando l'applicativo di videocollaborazione Eworks, installato sulle postazioni di lavoro dei dipendenti, e 14.162 videoconferenze utilizzando l'applicativo Meet, appartenente alla Gsuite di Google utilizzata da tutti i dipendenti PAT (videoconferenze tra utenti appartenenti alla stessa organizzazione).

Torna all'inizio