Greencycle

Progetto finanziato dal programma europeo INTERREG SPAZIO ALPINO sul tema dell’economia circolare

Il progetto GREENCYCLE (“Introducing circular economy system to Alpine Space to achieve low-carbon targets”), iniziato il primo novembre 2016 e della durata di 3 anni, vede coinvolti Trentino Digitale ed il Comune di Trento (Servizio Urbanistica e Ambiente), insieme ai partner di altre 4 altre aree urbane alpine: la città di Friburgo (Germania), la città di Maribor (Slovenia) e la comunità di Pays Viennois-Agglo (Francia), la città di Vorau (Austria).
L’ipotesi alla base del progetto è che l’adozione dei principi dell’economia circolare nei processi urbani permetta varie economie: dal risparmio sulla distribuzione, al risparmio di energia e di acqua, dal recupero di materie prime essenziali, alla riduzione del costo di trasporto, aumentando quindi l'innovazione a favore dell’ambiente e creando nuovi posti di lavoro “verdi”.
Elemento cruciale del progetto è la definizione all'interno della struttura della PA del Circular Economy Manager e della creazione di una rete transnazionale tra queste figure amministrative che consenta alle città di andare oltre gli ostacoli e le limitazioni che ne impediscono ancora l’applicazione.
In tale processo le città sono attori di rilievo che possono giocare un ruolo pionieristico per lo sviluppo di strategie di attuazione delle economie circolari, coinvolgendo nel processo i portatori di interesse (utenze, piccole e medie imprese, cittadini, organizzazione di ricerca). Le città partner diventano città di riferimento in tema di economia circolare, con l’obiettivo di coinvolgere via via altre città e/o regioni dell’area alpina.
GREENCYCLE prevede la raccolta degli strumenti tecnici e metodologici più utili per la promozione, la pianificazione, la gestione e il monitoraggio dei processi di economia circolare nelle città. Una parte importante dell’iniziativa è dedicata alla realizzazione di un progetto pilota in ogni città grazie all'adozione di un approccio di tipo circolare in scenari reali per valutare gli strumenti individuati.
La città di Trento, in collaborazione con Trentino Digitale, sta sviluppando come azione pilota un'analisi sullo stato dell’arte dei flussi di riutilizzo di materiali e prodotti di vario tipo, in modo da avere una maggiore conoscenza delle quantità di rifiuti generate, sia a livello residenziale che a livello industriale.
Oltre a questa attività trasversale, l’azione pilota del progetto a Trento è volta a supportare l’iniziativa "Nutrire Trento", che coinvolge numerosi attori del territorio a partire dal Comune di Trento e l’Università di Trento, con il fine di sviluppare la partecipazione della cittadinanza sui temi della sostenibilità ambientale e dello sviluppo economico sostenibile.
Trentino Digitale, inoltre, sta sviluppando una piattaforma digitale per la raccolta e la pubblicazione dei dati rilevanti al fine di implementare processi di economia circolare. Si tratterà di una piattaforma di “resource management e marketplace” trasversale, ovvero uno piattaforma web che consentirà di raccogliere, pubblicare e fruire su mappe delle informazioni georeferenziate utili alla pianificazione, oltreché la gestione e il monitoraggio dei processi di economia circolare messi in atto sui territori. Tutti i dati raccolti saranno pubblicati in opendata e si prevede l'impiego di strumenti di tracciamento distribuito quali la blockchain.
La piattaforma marketplace Greencycle permetterà di realizzare un portale web per l’iniziativa "Nutrire Trento" che sarà messo online entro la fine del 2018 e permetterà la ricerca e la visualizzazione di informazioni georeferenziate quali:

  • Gruppi d’Acquisto Solidali
  • Mercati ortofrutticoli
  • Produttori a filiera corta
  • Negozi “Green”
  • Orti Urbani e Sociali

La piattaforma marketplace Greencycle più generale sarà rilasciata nella sua prima versione ad inizio 2019 e prevede la mappatura geografica per tutte le città del progetto, di ulteriori informazioni quali:

  • Luoghi di conferimento materiali
  • Luoghi conferimento rifiuti
  • Centri del riuso
  • Iniziative territoriali in tema di educazione CE (scuole, ecc.)
  • Artigiani e esperti del riuso

Inoltre la piattaforma web permetterà a cittadini ed aziende di pubblicare gratuitamente l’eventuale disponibilità di materiali riusabili (i cosiddetti secondary raw materials), allo scopo di facilitarne il riuso prima della loro trasformazione in rifiuto, facilitando in tal modo l’implementazione della normativa europea sul rifiuto zero, che si prevede sarà ulteriormente spinta nel prossimo anno.
La piattaforma software sarà rilasciata in opensource e messa a disposizione da parte di Trentino Digitale a tutte le Pubbliche Amministrazioni per la gestione e il supporto dei dati e dei processi di circolarità di propria competenza.

Attività in corso:

  • Raccolta delle informazioni disponibili e definizione schemi/strutture dati tra le città coinvolte, anche in collaborazione con le strutture della Provincia autonoma di Trento (ADEP, APPA);
  • Analisi, progettazione e sviluppo della prima versione della piattaforma web marketplace sul caso Nutrire Trento
  • Validazione strumenti messi a disposizione per l’implementazione di processi circolari (toolbox)
  • Sviluppo di relazioni con altri progetti EU su economia circolare e con il gruppo di lavoro EUSALP che intende sviluppare una strategia di sviluppo avanzata per il territorio alpino
Torna all'inizio